La storia - Cercate una bella casa a Città del Capo? L'avete trovata: The Windrose

Today is
Vai ai contenuti

La storia

Bloubergstrand è una località di Città del Capo lungo le rive di Table Bay, a circa 20 km a nord del centro di Città del Capo. Il suo nome Bloubergstrand in Afrikaans significa letteralmente "spiaggia della montagna blu" e deriva da Blaauwberg, una montagna vicina. Bloubergstrand è principalmente residenziale e attrae un gran numero di visitatori. La spiaggia di Bloubergstrand è molto popolare per la vista classica di Table Mountain attraverso la baia.
Nel 1806, le prime vittime inglesi della battaglia di Blaauwberg affogarono quando la loro barca, spinta dalle onde nel punto roccioso alla fine di Stadler Road, si capovolse. Ma le forze britanniche continuarono a combattere le forze olandesi e successivamente occuparono tutta la colonia del Capo. Questo è stato il passo iniziale della grande colonizzazione che ha avuto luogo in tutto il continente africano meridionale.

The Windrose ai vecchi tempi
The Windrose many years ago.....
Bloubergstrand 70 anni fa
Bloubergstrand in the old days

Ora un famoso monumento nazionale "Ons Huisie" (letteralmente tradotto in "La nostra piccola casa") ha una storia lunga e pittoresca nello sviluppo di Bloubergstrand. La prima dimora di Frederick Louis Stadler. (Da qui Stadler Road è la strada originale). Poco dopo la battaglia di Blouberg nel 1806, divenne proprietario di quasi tutta la proprietà agricola che oggi è conosciuta come Bloubergstrand. L'esatta data di costruzione non è nota, ma un Thomas Bowler ha fatto un bel disegno a matita della casa nel 1853. Hendrik Louis Stadler, il sesto figlio di Frederick Louis, era il proprietario di "Ons Huisie" a quel tempo. I suoi figli, Frikkie, Rozier e Johannes, erano alcuni dei fondatori originali di Bloubergstrand (l'edificio è ora un ristorante di qualche reputazione).

The past continues in certain areas. Local licensed fishermen still use a small local design of rowing boat to put their nets out in Small Bay for mullet when the temperature and other conditions are favorable. They retrieve their nets manually, after which the fortunate locals buy this delicacy directly from them. A traditional way of cooking the “Harders” or Mullets after cleaning it at the waters edge with the seabirds enjoying a free meal, is to make a wood fire, put lots of salt on the external skin and then to “braai” or grill it to taste. The Mullet has quite a few small bones and needs to be carefully digested together with freshly baked bread or pap from maize, enhanced with a regional traditional jam. Sometimes another local delicacy, “braaibrood”, replaces the freshly baked bread. “Blouberg Braaibrood” consists of 2 slices of white, whole wheat or brown bread, on the outside, barbecued with onion, Mrs. Balls chutney, tomato and cheese on the inside. Streetnames in the Village of Bloubergstrand, since the early days, bear the names of well-known people i.e. General Sir David Baird, General Jansens, Commodore Sir Popham, General Ferguson and locals such as the family Stadler.


Bloubergstrand 70 anni fa
Privacy Policy
Torna ai contenuti